Software Windows

Software Windows

 

WinMorph 3.01.801


Realizzare il morphing di due fotografie creando il video di transizione


Installato e avviato WinMorph, dopo aver lanciato il comando "New Morph Project" dal menù "File", apparirà la schermata 1. Da qui è possibile selezionare le due immagini di cui si desidera effettuare il morphing.
Scelte le due immagini, apparirà la schermata 2 che le mostra una di fianco all'altra.
La finestra principale del programma si suddivide in 2 sezioni:
  1. la prima sezione mostra le due immagini scelte e gli strumenti dedicati all'impostazione del morphing;
  2. la seconda mostra l'elenco delle curve, dette "Shape", di riferimento disegnate per la successiva elaborazione, la corrispondenza tra gli "Shape" delle due immagini e le proprietà avanzate dei singoli frame.
Nella schermata 2 sono evidenziati i principali comandi necessari alla realizzazione del morphing:
  1. "Render": per la creazione del file di output del morphing vero e proprio;
  2. "Create AutoSets": per la creazione automatica sulla seconda immagine degli shape disegnati sulla prima;
  3. "Show/Hide current frame": per la visualizzazione o meno delle immagini caricate per l'elaborazione;
  4. "Show/Hide control shape": per la visualizzazione o meno degli shape disegnati;
  5. "Wireframe mode": per la visualizzazione dei soli shape disegnati su entrambe le immagini e la creazione delle associazioni;
  6. "Preview mode": finestra di anteprima del morphing.
Caricate quindi le due immagini da elaborare è necessario passare alla creazione degli "Shape" e cioè delle linee guida che WinMorph sfrutta per il morphing di un immagine nell'altra. Le linee guida suddette non sono altro che curve di contorno al viso, agli occhi, al naso etc. che suggeriscono al software le corrispondenze tra le varie parti che compongono le immagini.

Per la creazione degli shape si consiglia di disabilitare il tasto "b", "Create AutoSets", e tenere abilitati solo i tasti "c" e "d" come mostrato nella schermata 3.
Selezionando il tasto "d", "Show/Hide control shape", i comandi di creazione delle linee guida, mostrati a sinistra della schermata del software, verranno abilitati. Il comando più utile è cerchiato in rosso, nella schermata 3, e permette la creazione di linee a "mano libera" che possono essere successivamente corrette cliccandoci su e agganciando i punti caratteristici.

Sempre nello screenshot 3 sono state tracciate alcune linee, in giallo, di contorno al muso, alle zampe, alla testa, al dorso e agli occhi dei due cuccioli. Fatto ciò è necessario suggerire al programma quali shape della prima immagine corrispondono agli shape della seconda. Per fare ciò conviene nascondere le fotografie, disattivando il tasto "c", come mostrato nella schermata 4.
In questa modalità è piuttosto semplice suggerire le necessarie corrispondenze tra le linee guida trascinando virtualmente, col mouse, ogni shape della prima immagine sopra la corrispondente shape della seconda immagine.
Per fare ciò selezionare il comando, evidenziato nello screenshot 4, "Associate Shape", e "trascinare" ogni shape di un immagine sul corrispondente dell'altra immagine.

Completato questo passaggio è possibile visualizzare un anteprima del risultato attraverso la finestra di "Preview", schermata 5. Si consiglia di schiacciare il bottone "Navigation", evidenziato nello screenshot, per attivare la barra di visualizzazione del morphing video. L'anteprima del progetto permette di capire se le transizioni sono state eseguite correttamente senza nessun "attorcigliamento" delle immagini e quindi apportare le necessarie correzioni.

Per esportare l'elaborato in formato video o come sequenza di immagini è necessario cliccare su "Options" dal menù "Warp" oppure cliccare sul bottone evidenziato nello screenshot 5. La finestra che appare permette di scegliere il formato di output del file e alcuni parametri di elaborazione come:
  • "Warp Precision": il livello di qualità dell'elaborazione;
  • "Frame Rate": il numero di frame al secondo dell'eventuale video di output;
  • "Number of frames": il numero complessivo di frame.
Gli output disponibili sono:
  • Macromedia Flash;
  • Bitmap, JPG , PNG , PSD , TGA , TIF ;
  • file video AVI con compressione a scelta dell'utente, anche DivX oppure XviD se installato il codec;
  • file video MPEG-1.
Se si dovesse scegliere un output non video WinMorph creerà tanti file immagine singoli quanti sono i frame del progetto.



Home page WinMorphSito Ufficiale

Pagina di download WinMorphPagina di download

Free Download di WinMorphDownload

Free Download di WinMorphMirror 1

Indice [ 1 ]  [ 2 ] 

WinMorph - Guida all'uso del Software - free download